sabato 23 luglio 2005

Milwaukee 23/07

Sveglia rimandata di mezz'ora: gli organizzatori hanno avuto clemenza.
Dopo la colazione, partenza alle 9.40 per visitare la parte a nord di Milwaukee.
Shorewood, Whitefish Bay, Fox Point e Bayside, tutte affacciate al lago, sono delle frazioni, ma che lusso. Ci abitano tutte le persone piu' facoltose. Le case sono immerse nel verde degli alberi e sono una completamente diversa dall'altra per stile e forma. Molte con la bandiera americana che sventola all'esterno.
vedere per credere.

Raggiungiamo il parco: una estensione inusuale per le nostre citta'.
Tutto e' ben curato: giochi per bambini, panche per il pic-nic, fabbricato in stile per i bagni, alberi ad alto fusto, scoiattoli che girano per il parco,...
Lo spazio a disposizione ispira passeggiate ed attivita' fisica che prendono subito il via.
Scopriamo anche delle performance sconoscite di Gianantonio. Lo vediamo in una dimostrazione di abilita' di basebaal. (la palla la prende o no?. Beh si!!

L'organizzazione di "Festa Italiana" provvede a far arrivare quanto serve per il pranzo, noi da parte nostra pensiamo a divorare il tutto.
C'e' un extra per un compleanno.
E' stato tutto bello, pero' alle 16.30 siamo attesi per il solito concerto, quindi si riparte.
Ripercorriamo la strada che costeggia il lago rivedendo le case "dei benestanti".
Prima di ritornare all'ICC, Frederica, la nostra accompagnatrice, ci propone una fugace visita al museo di arte contemporanea. Una struttura decisamente fantastica: la copertura che oscura la parte centrale del museo e' simile alle ali di una farfalla. La vediamo con "le ali aperte".


Di corsa all'ICC, cambiarsi e via. Si ricomincia con i concerti.
... ovunque un successo. Qualcuno si commuove. Tutto bene anche se la pioggia ha ridotto la durata delle nostre esibizioni.
Aprofittiamo per dare il giusto spazio alle donne del "fans club" che ci hanno seguito con tanta passione e .....

Possiamo ammirarle con la loro divisa.
Coloro che non sono ancora dotate di divisa, prendano visione e soprattutto le misure.!
Concediamo anche un extra: al circo di Zoppe' ci sono dei trevigiani che gestiscono le attrazioni. Proponiamo una improvvisata, il pubblico risponde con applausi scroscianti ed alla foto ricordo con tutta la famiglia Zoppe', viene anche il capostipite, perticolarmente commosso e lieto.
Alla fine dell'ultimo concerto c'e' il tempo per conoscere anche un gruppo dell'ICC (Italian Comuniti Ceter)
dell'Illinois, parliamo del futuro, ... se son rose fioriranno.
Cena all'ICC e fuochi d'artificio. Belli.
Rientriamo con il School Bus alle 23.30 locali.
Siamo tutti stanchi, qualcuno si appisola sul bus.
Tutti a nanna, escluso quelli che sentono il dovere di aggiornare le informazioni per chi non e' con noi.
Ciao e a domani

1 commento:

zavapiero ha detto...

Finalmente dopo tante foto del nonno Ottavio siamo riusciti a vedere la nonna Luisa.
Strepitosa lei e le altre pon pon girls in rosso sgargiante !!!!!!!!!
Un grosso bacio dai nipoti Tommaso, Francesco e Nicola.